Tsuru no ongaeshi [La gratitudine della gru]

Flickr, geiko, geisha, Gion Higashi, Gion Odori, Hinagiku, Kanoka, Kanoyumi, Kotomi, maiko, Mariko, Masako, Masami, Masayo, Miharu, Miyako no Nigiwai, teatro, Tsunekazu, Tsunemomo, Tsuneyuu, Umeha

geiko-tsuneyu_gion-odori-2008-di-gion-higashi_dettaglio

La geiko Tsuneyuu – つね有, riflessa negli occhi dell’artista Onihide.

Gion è il distretto dell’intrattenimento e dello spettacolo che sbocciò, all’inizio dell’era Edo (1600-1868), fuori dalle porte del santuario Yasaka.

Le costruzioni originarie erano dei luoghi di riposo (mizu chaya) nei quali venivano serviti tè, sake e vivande ai pellegrini in visita al Yasaka Shrine. A un certo punto le geiko cominciarono a intrattenere i propri clienti negli edifici originali e questi divennero il quartiere delle geisha di Gion: molto famoso per la Miyako Odori celebrata ogni mese di aprile quando gli alberi di ciliegio, in Kyoto, raggiungono la piena fioritura. In autunno inoltre si celebra la Onshu-kai, sempre seguendo la tradizionale Scuola Inouye.

L’originario quartiere di Gion venne più tardi diviso in due differenti quartieri: Cobu e Otsubu (1881). Al termine della Seconda Guerra Mondiale Otsubu diventò Gion Higashi (祇園東) invece Cobu mantenne il suo nome: Gion Cobu.

Mentre tutti gli altri hanamachi tengono le loro speciali danze annuali in primavera, Gion Higashi è l’unico che rappresenta la sua Gion Odori in autunno, al Gion Kaikan (1/11-10/11). La tradizione artistica è quella della Scuola Fujima.

La performance di quest’anno è particolarmente pittoresca!

All’inizio si svolge, come è tradizione, una cerimonia del tè in cui una geiko ha il ruolo di temae-san (colei che, in prima persona, celebra il rito) e una maiko quello di hanto-san (aiutante).

Nel primo atto dello spettacolo, il sipario si apre mostrandoci sul palco le senior maiko di Gion Higashi: Kanoka, Tsunemomo, Umeha, Miharu e Kotomi. Le incantevoli fanciulle ammirano i rotoli di seta in un negozio di splendidi kimono. Appena le artiste vanno via, i rotoli di seta che loro stavano accarezzando prendono vita: gli spiriti delle preziose stoffe sono interpretati dalle geiko-san dell’hanamachi.

geiko-masayo-masami-mariko-tsuneyuu-and-hinagiku-by-onihide_gion-odori-20081

Le geiko Masayo, Masami, Mariko, Tsuneyuu e Hinagiku fotografate da Onihide.

geiko-masayo-masami-mariko-and-tsuneyuu

Le geiko Masayo, Masami, Mariko e Tsuneyuu viste da Onihide.

Ogni geisha indossa un meraviglioso kimono e danza in uno stile differente dalle altre.

Annunci