第17回京都五花街合同伝統芸能特別公演

Ayano, Fukuteru, geiko, geisha, Gion Higashi, Gion Kobu, Hinagiku, Ichifuku, Ichiteru, Kamishichiken, Katsuru, Kimika, Koai, Kosen, living flowers, maiko, Mameyuri, Masayo, Mayuha, Mihoko, Mitsuna, Miyagawa-cho, Miyako no Nigiwai, Miyoharu, Momicho, Momijyu, Momino, Naokazu, Naosome, Ponto-cho, Sakiko, Sayaka, Suzuko, teatro, Tsunemomo, Umechika, Umeha

Foto di Onihide: scena 3, Nagauta Kishi no Yanagi con le geiko Naosome e Umeha di Kamishichiken.

Oggi, sabato 19, e domani, domenica 20, si tiene a Kyōto la Miyako no Nigiwai: la danza combinata dei cinque distretti delle lanterne rosse (五花街合同舞踊).

Io amo particolarmente la performance di gruppo degli hanamachi e penso che sia uno spettacolo molto interessante. Infatti dato che ogni distretto ha uno stile di danza differente dagli altri, in questa occasione si può finalmente ammirarli tutti nello stesso tempo e luogo.

Assaporatene le differenti sfumature, eleggete il vostro favorito e conservatene gelosamente il ricordo.

Le artiste dei cinque hanamachi presentano una serie di performance, alcune separatamente altre combinando le diverse scuole di danza, per una prodigiosa esibizione della più autentica essenza nelle arti tradizionali.

Decisamente un evento unico e imperdibile!

第60回京おどり ~ 60a edizione della Kyo Odori

geiko, geisha, Kikuyu, Kimika, Kyo Odori, Miehina, Miyagawa-cho, teatro

kyo-odori_2009

Nel poster: Miehina-san e Kikuyu-san.

La Hanayaka (brillantemente pittoresca) Kyo Odori si terrà al Miyagawa-cho Kaburenjō Theater, seguendo la Scuola Wakayagi, da oggi fino alla terza domenica del mese di aprile, per il piacere dei giapponesi e degli stranieri.

kyoodori2009

第59回京おどり ~ 59a edizione della Kyo Odori

Flickr, Fukunao, Fumisono, geiko, geisha, hanami, Japananese life style, Kikune, Kimika, Komomo, Kyo Odori, living flowers, maiko, Miehina, Miyabi no Mai, Miyagawa-cho, sakura, Satonami, teatro

poster-kyo-odori-2008_1.jpg

Fukunao (con il kimono viola), alle sue spalle Kikune (in blu) e Fumisono (in giallo).

開催期間  4月5日(土)~20日(日)

開演時間  毎回3回
12時30分
2時30分
4時30分

poster-kyo-odori-2008_2.jpg

Kimiharu (con il kimono celeste) , la imoutosan (sorella minore) della celebre maiko Kimika, e Satonami (in rosa).

Il tratto del Kamo River tra i ponti Shijo e Donguri, dove i tre santuari portatili venivano purificati durante il Gion Matsuri, era chiamato Miyagawa. Nei pressi sorgeva un distretto conosciuto per le sue Kabuki houses all’interno delle quali i giovani attori erano educati. Lì, in seguito, furono costruite delle teahouses con lo scopo di nutrire e intrattenere i clienti al termine delle performances. In questi edifici erano offerti anche i servizi delle geisha. Con il tempo i piccoli teatri svanirono e rimasero solo le teahouses: allora il distretto diventò famoso come Miyagawa-cho (宮川町).

La Hanayaka (brillantemente pittoresca) Kyo Odori si tiene al Miyagawa-cho Kaburenjō Theater, seguendo la Scuola Wakayagi, solitamente dal primo sabato alla terza domenica del mese di aprile, per il piacere dei giapponesi e degli stranieri.

君晴 ~ Kimiharu (maiko), fotografata da Momoyama durante la Kyo Odori 2008.

Sayuki di Asakusa ~ 花柳界歴史上初の外国人芸者

Asakusa, Flickr, geiko, geisha, Kimika, living flowers, Liza Dalby, maiko, Miyagawa-cho, Ponto-cho, Sayuki

[Fonti: Telegraph.co.uk e The Independent world]

Nasce in Australia, a Melbourne, come Fiona Graham, ma rinasce come geisha nel distretto di Asakusa, a Tokyo.

Se desiderate far arrabbiare la brillante Sayuki dovete semplicemente citare il libro di Arthur Golden, Memorie di una geisha, o il film omonimo di Rob Marshall che ne è stato tratto.

“Io desidero raccontare la verità sul karyūkai. Purtroppo viviamo in un mondo in cui la realtà e la finzione vengono spesso confuse! Quindi, per favore, non paragonatemi a quel libro: sarebbe come paragonare le mele alle arance. Quella storia è solo un grottesco romanzo partorito dalla fantasia di un americano di mezza età…”

L’australiana è molto categorica, e un po’ ostile, nel prendere le distanze dallo scrittore: la scelta del nome però non l’aiuterà in questo obiettivo dato che è molto facile, per un occidentale, confondere Sayuri con Sayuki.