Le cinque felicità

Japananese life style

Cosa riuscite a vedere sopra la nave, nella foto?
Sapreste riconoscere gli oggetti all’interno?

Si tratta della Takarabune (treasure boat), carica dei preziosi takaramono (sette tesori) quali le balle di riso, i magici martelli della Fortuna, lo splendido corallo, i sacchi d’oro, i sacri testi buddisti, i senryōbaku (千両爆, scatole da 100 ryō) e i cappelli od ombrelli o impermeabili di paglia. Nell’antico Daichi Doron (大智度論, Discorsi sulla Grande Saggezza) già sono elencati i sette tesori: riso, tama (gioiello), oro, argento, kakuregasa (l’ombrello che rende invisibili), kakuremino (la veste che rende invisibili) e agata.
A volte, potete ammirare a bordo anche gli Shichifukujin (七福神, le Sette Divinità della Fortuna) e la loro fluttuante vela è decorata con un grande kanji di Kotobuki che significa longevità.
La Takarabune è diventata popolare, come simbolo di buona sorte, nell’era Edo e da allora è rimasta tra i preferiti motivi di favorevole auspicio. Ogni giapponese si augura di vederla navigare durante l’hatsuyume, ovvero nel sogno tra il primo e il secondo giorno del nuovo anno, poiché allora i dodici mesi che verranno gli doneranno i cinque fuku (, felicità): lunga vita, salute, benessere, amore della virtù e morte dopo una veneranda età.
Per questo mettono un’immagine della magica nave sotto il cuscino, in quella notte…

Annunci